Anno 2011

Associazione Tolentino 815 – BILANCIO 2011

 

 7.12.2011 – TOLENTINO 815 PRESENTE DUE LIBRI “LE MARCHE E L’UNITA’ D’ITALIA” E “MACERATA E L’UNITA’ D’ITALIA”
Sabato 10 dicembre alle ore 18 presso l’Auditorium della Biblioteca Filelfica di Tolentino l’Associazione Tolentino 815 presenta due libri: “Le Marche e l’Unità d’Italia” e “Macerata e l’Unità d’Italia” entrambi curati da Marco Severini, Edizioni Codex Milano. Saranno presenti due autori, Gilberto Piccinini Presidente della Deputazione di Storia patria per le Marche, e Irene Manzi dell’Istituto per la storia del Risorgimento italiano, oltre Luciano Ruffini Sindaco del Comune di Tolentino e Paolo Scisciani presidente dell’Associazione Tolentino 815.Il 2011 è l’anno delle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, in cui la provincia di Macerata e Tolentino rivestono un ruolo importante per le origine del Risorgimento: la Battaglia di Tolentino del 2 e 3 maggio 1815 considerata la Prima battaglia per l’Indipendenza Italiana. Per onorare al meglio tale ricorrenza l’Associazione Tolentino 815 presenta i due volumi che  hanno completato un progetto di ricerca promosso dal Comitato Provinciale di Ancona dell’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano.Il primo “Le Marche e l’Unità d’Italia” ricostruisce sul piano politico, civile e socio-economico la trama degli avvenimenti che, tra il settembre 1860 e il marzo 1861, portarono le Marche dal regime pontificio all’interno dello Stato unitario italiano. Dalla conquista piemontese all’amministrazione Valerio, dal plebiscito del 4-5 novembre 1860 alle prime libere elezioni dei rappresentanti locali e nazionali, il volume, frutto della sinergia e della collaborazione tra ventuno studiosi afferenti a tutti gli atenei e ai principali istituti di ricerca storica marchigiani, indaga peculiarità e protagonisti, problemi e vicende di una svolta storica, percepita come epocale dagli stessi testimoni del tempo. Gli autori sono: Valentina Baiocco, Silvia Bolotti, Federica Brunella, Augusto Ciuffetti, Claudia Colletta, Lucio Febo, Luca Frontini, Giovanna Giubbini, Carlotta Latini, Irene Manzi, Eleonora Marsili, Cesare Mario Natale, Nicoletta Olivieri, Eugenio Paoloni, Gilberto Piccinini, Andrea Pongetti, Lidia Pupilli, Emanuela Sansoni, Marco Severini, Matteo Soldini, Riccardo Paolo Uguccioni (http://www.tolentino815.it/paginaita2945.aspx )“Macerata e l’Unità d’Italia” analizza gli avvenimenti del 1860-61 che determinarono un radicale mutamento nella storia di Macerata. Il trapasso dei poteri, l’apporto di patrioti e notabili, la gestione del commissario Valerio, la consultazione plebiscitaria, l’inserimento nello Stato sabaudo, la nuova organizzazione amministrativa e civile rappresentarono un’evidente cesura nella vicenda storica della città e della provincia maceratese. Una cesura che avrebbe decisamente influenzato gli sviluppi del nuovo capoluogo italiano. Gli autori sono: Silvia Bolotti, Irene Manzi, Gilberto Piccinini, Emanuela Sansoni, Marco Severini.L’Associazione Tolentino 815 ha elaborato nel 2011 un programma di elevato spessore culturale per dare il giusto rilievo al 150° anniversario dell’Unità d’Italia: mostre, convegni, pubblicazioni, concerti, sfilate e la rievocazione storica Tolentino 815; un fitto calendario di eventi, per rimarcare il ruolo di una data storica nel processo risorgimentale e nell’unificazione italiana. Le iniziative particolarmente significative per l’immagine del territorio, in funzione di promozione culturale e turistica sono ricomprese nel programma delle celebrazioni ufficiali a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri ed autorizzate all’uso del logo del 150° unità d’Italia.
Irene Manzi è membro del Comitato di Ancona dell’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano. Autrice di diverse ricerche relative alla storia politica e costituzionale dell’età contemporanea, ha realizzato il volume La Costituzione della Repubblica Romana del 1849 (2003). Ha partecipato a volumi collettanei di storia contemporanea e collabora con riviste storiche. E’ Vicesindaco e Assessore alla cultura del Comune di Macerata.
Gilberto Piccinini insegna Storia contemporanea alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Urbino “Carlo Bo” dove tiene anche la cattedra di Storia del Risorgimento. Presiede, dal 1997, la Deputazione di Storia patria per le Marche e, dal 1995, il Comitato provinciale di Ancona dell’Istituto per la Storia del Risorgimento italiano. Tra i suoi recenti lavori: Processi di trasformazione della società e della cultura italiana del primo novecento, in “Giovanni Crocioni, le Marche e la cultura del primo novecento” (2008); la cura del volume “Le Marche e la Grande Guerra (1915-1918)” (2008) e la partecipazione come autore a Giovanni Conti politico, costituente, storico (Il Lavoro Editoriale, 2010).

16.11.2011 – TOLENTINO 815 PRESENTA IL 18 NOVEMBRE LA BIOGRAFIA DI MURAT ED IL 20 L’ASSEGNAZIONE DEL PREMIO “BENEMERITO PER LA STORIA DELLA MARCHE”
Venerdì 18 novembre alle ore 18 presso la Sala Nerpiti di Palazzo Sangallo a Tolentino, l’Associazione Tolentino 815 presenta l’ultima biografia di Gioacchino Murat scritta da Renata De Lorenzo. Sarà presente l’autrice con Luciano Ruffini, Sindaco del Comune di Tolentino, Gilberto Piccinini, Presidente della Deputazione di Storia patria per le Marche, e Paolo Scisciani, presidente dell’Associazione Tolentino 815.
Renata De Lorenzo è professore ordinario di Storia contemporanea presso l’Università di Napoli Federico II, dove è anche stata Direttore del Dipartimento di Discipline Storiche; è Presidente del Comitato napoletano dell’Istituto per la Storia del Risorgimento italiano e Presidente della Società Napoletana di Storia Patria. Si è interessata di storia del Mezzogiorno e di storia d’Italia nel Settecento e nell’Ottocento, con preferenza per tematiche di carattere socio-economico.
Una biografia che ripercorre i momenti salienti della vita di Gioacchino Murat: le umili origini, la fulminante carriera militare al fianco di Napoleone, le celebri imprese in Italia, in Egitto e nella campagna di Prussia che portarono Napoleone all’apice del potere e Murat al trono del Regno di Napoli. Oltre alle vicende squisitamente politiche, Renata De Lorenzo racconta la passione e il matrimonio di Gioacchino Murat e Carolina Bonaparte, la vita della corte francese a Napoli (1808-1815), il sofferto rapporto e i continui contrasti con Napoleone. Al periodo napoletano è dedicata la seconda parte del libro; proclamato re del Regno di Napoli nel 1808, Gioacchino Murat deve guadagnarsi il consenso del popolo, amministrare uno Stato ormai al collasso finanziario e, soprattutto, non deve deludere Napoleone. Una biografia storica accurata e ben documentata, di agile lettura anche per il vasto pubblico di appassionati.
Il Corriere della Sera del 22 marzo 2011 pubblicò una recensione sul libro a firma Paolo Mieli “Murat, il re francese che avviò il Risorgimento – Nel suo proclama del 1815 invocò l’Unità d’Italia”. L’autore scriveva “Il proclama di un francese diventa così il primo manifesto del Risorgimento Italiano. E la battaglia di Tolentino contro gli austriaci (2 e 3 maggio 1815) diventa per tutti qualcosa di più di un semplice combattimento” e continuava citando Renata De Lorenzo “Entra nel mito, fino ad essere annoverata tra le battaglie del Risorgimento, anzi la prima battaglia per l’indipendenza nazionale”. Nel riquadro Bibliografia veniva riportato che “Sulla sconfitta di Murat nel 1815 sono uscite diverse pubblicazioni a cura dell’Associazione storica Tolentino 815” http://www.tolentino815.it/paginaita20813.aspx.
Il 2011 è l’anno delle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, in cui la provincia di Macerata e Tolentino rivestono un ruolo importante per le origine del Risorgimento: la Battaglia di Tolentino del 2 e 3 maggio 1815 è considerata la Prima battaglia per l’Indipendenza Italiana. L’Associazione Tolentino 815 ha elaborato un programma di elevato spessore culturale per dare il giusto rilievo: mostre, convegni, pubblicazioni, concerti, sfilate e la rievocazione storica Tolentino 815; per la seconda parte dell’anno a settembre si è svolta la Cavalcata Storica Tolentino-Castelfidardo ed ora la presentazione di questo libro a cui ne seguiranno altri a dicembre.
Domenica 20 novembre L’Associazione Tolentino 815 collabora con l’Associazione Marchigiana Rievocazioni Storiche che organizza il Premio “Benemerito per la Storia delle Marche”, nell’ambito della Giornata Nazionale della Storia promossa dalla Federazione Italiana Giochi Storici.
Si tratta di una iniziativa di promozione culturale giunta alla dodicesima edizione per valorizzare la storia delle Marche, assegnato per il 2011 alla prof.ssa Lorenza Mochi Onori, neo Direttore regionale del Ministero dei BB.CC. per le Marche, personalità di spicco del panorama culturale italiano. La cerimonia di consegna del Premio avverrà  alle ore 16.30 nella sala dello storico Palazzo Parisani Bezzi dove fu firmato nel 1797 il Trattato fra Napoleone e il Papa; al termine nella Basilica di San Nicola sarà celebrata la Santa Messa da S.E. Rev.ma Mons. Claudio Giuliodori, Vescovo di Macerata Tolentino.
Il presidente della A.M.R.S. Giovanni Martinelli e dell’Associazione Tolentino 815 Paolo Scisciani, hanno concordato sulla scelta di Tolentino quale località emblematica degli eventi storici che aprirono i tempi al Risorgimento italiano: la battaglia di Tolentino del 2 e 3 maggio 1815 fu combattuta in nome del Proclama di Rimini, primo manifesto per l’indipendenza italiana pubblicato nel 1815 da Gioacchino Murat.

26.10.2011 – TOLENTINO – CASTELFIDARDO
CAVALCATA STORICA NEI LUOGHI DEL RISORGIMENTO MARCHIGIANO
Nei giorni 17 e 18 settembre 2011 si è svolta la prima edizione della Cavalcata Storica Tolentino – Castelfidardo, nei luoghi storici del Risorgimento marchigiano, organizzata da Associazione Tolentino 815, Fondazione Ferretti e Ente Nazionale Guide Equestri Ambientali; un viaggio a cavallo e in carrozze d’epoca per celebrare la ricorrenza del 150° anniversario dell’unità d’Italia.
Due giornate che hanno visto il coinvolgimento delle comunità di Tolentino, Pollenza, Macerata, Osimo, Loreto, Castelfidardo, le provincie di Ancona e Macerata e la regione Marche. Ben 16 le associazioni ed enti privati che si sino uniti per questa manifestazione che segna l’inizio di un progetto di ippovia e cicloturismo nei luoghi del risorgimento marchigiano. Un viaggio nella storia alla scoperta e valorizzazione e nei luoghi che hanno contribuito alla realizzazione dell’unità Nazionale.
Si è conclusa la prima cavalcata Storica Tolentino Castelfidardo all’insegna della memoria nazionale e della sostenibilità turistica delle Marche. Momenti di riflessione e spensieratezza tra le nostre meravigliose colline e gli argini dei fiumi Chienti e Musone. La presenza dei sindaci e degli amministratori delle città coinvolte, la benedizione del  Vescovo Mons. Tonucci nel piazzale della basilica di Loreto e la deposizione della corona di alloro ai caduti presso i Sacrari di Tolentino e Castelfidardo, hanno dato ai numerosi partecipanti e alla popolazione presente, un’occasione unica per ricordare e non dimenticare chi volle, anche a costo della vita, fare dell’Italia un`unica nazione.
Il viaggio cadenzato dai tempi di marcia del cavallo, ha percorso strade con poco traffico o di campagna, partendo sabato 17 settembre dal Castello della Rancia di Tolentino, passando poi a Pollenza, per arrivare a Macerata; seconda tappa domenica 18, con partenza da Osimo, passando per Loreto, per concludersi nel Piazzale delle Rimembranze del Monumento Nazionale ai Vittoriosi di Castelfidardo.
Nelle due giornate, alla Cavalcata Storica sono state collegate altre manifestazioni culturali di rilievo; la “Cena Risorgimentale” in collaborazione con Accademia Italiana della Cucina, con piatti tipici dell’epoca, la rappresentazione teatrale “Tutto in un Tricolore” e le esecuzioni musicali da parte della banda nazionale dell’Esercito Italiano e dell’Associazione Nazionale Carabinieri, che hanno garantito una maggiore partecipazione della popolazione ed una significativa impronta storica e sociale a tutte le celebrazioni.
( www.tolentino815.it/paginaita21851.aspx ) e www.fondazioneferretti.org ).
I cavalieri e passeggeri, in abito civile o divisa militare dell’ottocento, hanno reso omaggio ai  monumenti, cippi o luoghi sacri incontrati nel percorso, testimonianze intangibili delle due battaglie.
Due giorni passati tra rispetto del passato e coscienza del presente proiettato al futuro, con la volontà di perseguire le intenzioni della legge regionale n.5/2010 “Valorizzazione dei luoghi della memoria storica risorgimentale relativi alla battaglia di Tolentino e Castelfidardo e divulgazione dei relativi fatti storici”. battaglie che storicamente segnano l’inizio e la fine delle vicende risorgimentali nelle Marche. Uno strumento  legislativo che oltre ai finanziamenti  necessari, darà ai comuni che ci credono, nuove spinte e giustificazioni per affrontare scelte di tutela e valorizzazione dei luoghi e monumenti  storici risorgimentali per realizzare il “Parco Storico Ambientale Regionale delle Battaglie di Tolentino e Castelfidardo”,  nell’interesse di tutti per un’economia sostenibile e condivisa.
Questa manifestazione vuole mantenere la memoria di quegli eventi che tanto hanno significato per l’Italia Unita nel passato e nel presente; memoria storica a cui le due città Tolentino e Castelfidardo  in sintonia,  da molti anni si sono fatte carico di tramandarne l’aspetto culturale  alle generazioni future senza perdere di vista l’aspetto economico. Ampia testimonianza l’hanno data anche nelle celebrazioni  del  2010 per  i 150° della  battaglia di Castelfidardo e con la rievocazione storica della battaglia di Tolentino del 2011.
Unirsi per la salvaguardia e la gestione del patrimonio storico, architettonico, monumentale e paesaggistico legato alle due battaglie di Tolentino e Castelfidardo, in un grande contenitore culturale ed istituzionale, garantendo sufficienti risorse e sinergie d’intenti per tramandare alle future generazioni la memoria storica, i cimeli ed il paesaggio che contribuirono all’unità nazionale. Due battaglie per indicare a tutti noi ed a chi verrà dopo di noi, la strada per nuove opportunità economiche, culturali ed il mantenimento di quei valori che ci hanno dato il nostro presente da tramandare alle future generazioni.

16.9.2011 – TOLENTINO – CASTELFIDARDO
CAVALCATA STORICA NEI LUOGHI DEL RISORGIMENTO MARCHIGIANO
Nei giorni 17 e 18 settembre 2011 si svolge la prima edizione della Cavalcata Storica Tolentino – Castelfidardo, nei luoghi storici del Risorgimento marchigiano, organizzata da Associazione Tolentino 815, Fondazione Ferretti e Ente Nazionale Guide Equestri Ambientali; un viaggio a cavallo e in carrozze d’epoca per celebrare la ricorrenza del 150° anniversario dell’unità d’Italia. In collaborazione con Istituto Nazionale per la Guardia d’Onore alle Reali tombe del Pantheon, FiteTrec Ante regione Marche e Italia Nostra di Castelfidardo, Comuni di Tolentino, Pollenza, Macerata, Osimo, Loreto e Castelfidardo, Provincie di Macerata e Ancona e Regione Marche.
Il viaggio di due giorni, cadenzato dai tempi di marcia del cavallo, percorrerà strade con poco traffico o di campagna. Prima tappa sabato 17 settembre, dal Castello della Rancia di Tolentino al Monumento ossario di Rotondo, passando poi a Pollenza, con tappa a casa Sileoni-Tesei e Cantagallo, fino a Macerata, da Castel Lornano a Palazzo Torri e Piazza della Libertà. Seconda tappa domenica 18, con partenza dal circolo Valmusone a Campocavallo di Osimo, passando per Loreto, Sacrario-Ossario dei caduti, nel quartiere Crocette,  per concludersi nel Piazzale delle Rimembranze del Monumento Nazionale ai Vittoriosi di Castelfidardo.
I cavalieri e passeggeri, in abito civile o divisa militare dell’ottocento, renderanno omaggio alle popolazioni ed ai  monumenti, cippi o luoghi sacri incontrati nel percorso, testimonianze intangibili delle due battaglie; l’attività sarà anche propedeutica per la creazione di un percorso equestre e ciclabile che prenderà il nome di “Luoghi Storici della Memoria” tra le provincie di Macerata ed Ancona.
Lo scopo della L.R. n. 5/2010 “Valorizzazione dei luoghi della memoria storica risorgimentale relativi alla battaglia di Tolentino e Castelfidardo e divulgazione dei relativi fatti storici”, battaglie che storicamente segnano l’inizio e la fine delle vicende risorgimentali nelle Marche, con questa manifestazione viene ulteriormente giustificato, per non perdere la memoria di quegli eventi che tanto hanno significato per l’Italia Unita nel passato e nel presente.  Memoria storica a cui le due città Tolentino e Castelfidardo  in sintonia,  da molti anni si sono fatte carico di tramandarne l’aspetto culturale  alle generazioni future senza perdere di vista l’aspetto economico sostenibile, oggi chiamato  green economy.  Ampia testimonianza l’hanno data anche nelle celebrazioni  del  2010 per  i 150° della  battaglia di Castelfidardo e con la rievocazione storica della battaglia di Tolentino del 2011.
Nelle due giornate, alla Cavalcata Storica sono collegate altre manifestazioni culturali di rilievo; la sera alle ore 20,30 a Macerata la “Cena Risorgimentale” al Recina Hotel, in collaborazione con Accademia Italiana della Cucina, con piatti tipici dell’epoca (Zuppa di tagliolini di pane con piselli, timballo di maccheroni, tortiglione bollito con salsa piccante ed erbe di campagna). Domenica 18  settembre a  Castelfidardo alle ore 16.30 nel Piazzale delle Rimembranze saranno i ragazzi del Comprensivo Mazzini che si esibiranno con la rappresentazione teatrale “Tutto in un Tricolore”. L’arrivo dei cavalieri stimato alle ore 17.30 con il carosello dei cavalli nei viali del parco concluderà la manifestazione. Altre manifestazioni sono in programma da parte dell’Associazione Nazionale Carabinieri sez. A. Gentile di Castelfidardo e del Comitato per la Storica Fiera delle Crocette, che garantiranno una maggiore partecipazione della popolazione ed una significativa impronta storica e sociale a tutte le celebrazioni. Per queste ultime attività, si rimanda la consultazione dettagliata alla Pagina del sito http://www.tolentino815.it/paginaita2945.aspx e www.fondazioneferretti.org.
Le numerose iniziative che tutti  gli enti ed associazioni stanno predisponendo, sono la concreta testimonianza che l’unione di intenti e sinergie coordinate sono la strada da perseguire per la salvaguardia e la gestione sostenibile anche economica del patrimonio storico, artistico, architettonico e paesaggistico legato alle due battaglie di Tolentino e Castelfidardo, a cui fa riferimento  la L.R. 5/2010, il contenitore istituzionale appositamente predisposto  per la realizzazione del progetto “Parco Storico Ambientale Regionale delle Battaglie di Tolentino e Castelfidardo”.  Un progetto che coinvolgerà le comunità nella realizzazione di Ippovie certificate ed itinerari ciclabili nei territori delle due battaglie compreso tra le province di Macerata ed Ancona, sarà una ragione in più per conservare, tutelare e valorizzare i luoghi  della memoria, garantendone la loro integrità con una corretta green economy.

22.8.2011 – TOLENTINO – CASTELFIDARDO
CAVALCATA STORICA NEI LUOGHI DEL RISORGIMENTO MARCHIGIANO
Viaggio a cavallo e carrozze d’epoca da Tolentino a Castelfidardo nei giorni 17 e 18 settembre 2011, in occasione della ricorrenza del 150° anniversario dell’unità d’Italia; organizzato da Associazione Tolentino 815, Fondazione Ferretti e Italia Nostra di Castelfidardo, Ente Nazionale Guide Equestri Ambientali regione Marche, in collaborazione con Istituto Nazionale per la Guardia d’Onore alle Reali tombe del Pantheon, FiteTrec Ante, Fondazione Opere Laiche Lauretane e con il Patrocinio dei Comuni di Tolentino, Pollenza, Macerata, Osimo, Loreto e Castelfidardo, le Provincie di Macerata e Ancona, la Regione Marche.
Lo scopo è di consolidare il legame che unisce le due città, ove di fatto nel 1815 con la battaglia di Tolentino ebbe inizio il Risorgimento e nel 1860 con quella di Castelfidardo si  svolse l’evento bellico determinante per il processo unitario; facendo tappa nei vari comuni dei territori dove ebbero luogo fatti storici e restano traccia delle due battaglie.
I cavalieri e passeggeri, in abito civile o divisa militare dell’ottocento, renderanno omaggio a monumenti, cippi o luoghi sacri incontrati nel percorso, testimonianze intangibili delle due battaglie; l’attività sarà anche propedeutica per la creazione di un percorso equestre e ciclabile nei luoghi storici tra le provincie di Macerata ed Ancona.
Inoltre si fa un ulteriore passo in avanti per l’attuazione della L.R. n. 5/2010 “Valorizzazione dei luoghi della memoria storica risorgimentale relativi alla battaglia di Tolentino e Castelfidardo e divulgazione dei relativi fatti storici”, a cui le due città in sintonia hanno dato ampia testimonianza di crederci da diversi anni, e che ha visto i momenti più alti nelle ricorrenze nel 2010 per  i 150° della  battaglia di Castelfidardo e quest’anno per il 150° dell’Unità d’Italia, con la rievocazione storica della battaglia di Tolentino.
Il viaggio cadenzato dai tempi del cavallo si sviluppa in due giorni, naturalmente in strade con poco traffico o sterrate, con la prima tappa  da Tolentino a Macerata, passando per Pollenza, di sabato 17 settembre; la seconda tappa con partenza da Campocavallo di Osimo, passando per Loreto, fino a Castelfidardo di domenica 18.
L’apertura della manifestazione viene data a Tolentino la mattina di sabato con la presentazione del libro “Le Marche e l’Unità d’Italia”, inframezzata il pomeriggio con un concerto di musiche d’epoca a Castelfidardo e la sera con la Cena con menù Risorgimentale a Macerata; la chiusura avviene a Castelfidardo la sera della domenica nel parco delle Rimembranze del Monumento Nazionale ai Vittoriosi, dopo il carosello dei cavalli e carrozze, con un concerto e balli in costume risorgimentale.
L’obiettivo finale è di realizzare il progetto “Parco Storico Regionale delle Battaglie di Tolentino e Castelfidardo” per conservare, tutelare e valorizzare i luoghi, mantenere la memoria storica e l’integrità dei siti: un collegamento, attraverso un itinerario culturale, tra i siti che hanno rivestito un ruolo rilevante nel corso delle due battaglie. Una legge sul Parco Storico potrà dare la possibilità a comuni, province, regione, enti ed associazioni di avere un contenitore legislativo, al quale fare riferimento per le numerose attività che si possono organizzare in funzione di promozione culturale e turistica.
Unirsi per la salvaguardia e la gestione del patrimonio storico, architettonico, monumentale e paesaggistico legato alle due battaglie di Tolentino e Castelfidardo, in un grande contenitore culturale ed istituzionale, garantendo sufficienti risorse e sinergie d’intenti per tramandare alle future generazioni la memoria storica, i cimeli ed il paesaggio che contribuirono all’unità nazionale. Due battaglie per indicare a tutti noi ed a chi verrà dopo di noi, la strada per nuove opportunità economiche, culturali ed il mantenimento di quei valori che ci hanno dato il nostro presente da tramandare alle future generazioni.

16.6.2011 – IL “2° REGGIMENTO CAVALLEGGERI” DI TOLENTINO 815 PARTECIPA A “ECHI DI LIBERTA’ – IL RISORGIMENTO DELLE REGIONI ITALIANE” A LEONESSA IL 18 E 19 GIUGNO 2011
Il “2° Reggimento Cavalleggeri” gruppo storico costituito dall’Associazione Tolentino 815, partecipa alla decima edizione della Rassegna Nazionale delle Regioni a Cavallo dal titolo “Echi di libertà – il Risorgimento delle Regioni italiane” a Leonessa il 18 e 19 giugno prossimi.
È stato confermato il felice sodalizio tra la Yeg, Yastan Events Group di Francesco Silveri, autore e regista della manifestazione, il Comune di Leonessa, che la ospita e lega il proprio nome ormai da dieci anni, e la Fise, Federazione Italiana Sport Equestri.
Data la straordinaria coincidenza tra il 150° anniversario dell’Unità d’Italia e il 10° compleanno della Rassegna, la manifestazione quest’anno cambia formula e, mettendo da parte la competizione tra regioni, presenterà un’unica opera equestre dal titolo “Echi di libertà – il Risorgimento delle regioni italiane”.
Uomini e cavalli uniranno dunque le loro energie sotto un’unica bandiera – il Tricolore – a servizio della quale metteranno capacità interpretative, forza evocativa, ricostruzioni storiche e impegno attoriale.
Sfoglieremo insieme le pagine dei capitoli che andranno dalle rievocazioni delle più importanti battaglie alle gesta dei Patrioti celate alla grande cronaca, dai Moti rivoluzionari alle illustrazioni della vita delle numerose Eroine che ne segnarono il cammino, fino ad arrivare al racconto dell’impetuosa, struggente e leggendaria epopea di Giuseppe Garibaldi e della sua Anita e all’incoronazione di Vittorio Emanuele come il primo re dell’Italia unita, sotto la sapiente visione del “tessitore” per eccellenza: Camillo Benso Conte di Cavour.
Il gruppo storico tolentinate ha partecipato più volte alla manifestazione in rappresentanza della regione Marche, fin dalla prima edizione del 2002 ove ricevette Premio speciale per la migliore fedeltà di ricostruzione storica. Proprio seguendo lo stesso rigore di sempre il “2° Cavalleggeri” insieme “5° Cannonieri Guarda Coste e artiglieri Regno Italico”, altro gruppo storico regionale di Portonovo, allestiranno
una rappresentazione teatrale della Battaglia di Tolentino, con testi e musica. Le movimentazioni tipiche della cavalleria militare, divise ed equipaggiamento fedelmente rifatti, simulazioni di difesa e di attacco con l’alto effetto spettacolare delle “cariche” dei lancieri, legate dal tema della prima battaglia per l’indipendenza italiana, riusciranno ad emozionare il pubblico presente; la piazza si trasformerà in un teatro diffuso, regalando a partecipanti e visitatori la sensazione di essere protagonisti su un palcoscenico senza quinte, senza fondale e senza sipario.
Per il carattere fortemente originale e spiccatamente artistico-culturale, la Rassegna si è conquistata un posto di assoluto rilievo nell’ambito delle manifestazioni dedicate a questa forma di teatro che unisce al gesto atletico e alla tenuta della scena un grande amore per i cavalli.
L’estrema cura con cui viene messo a punto ogni dettaglio organizzativo, il ricco corredo di costumi, luci e musiche, l’attenta e complessa regia dello spettacolo, gli importanti contenuti portati in scena, e il grande successo di pubblico e critica, hanno reso la manifestazione ideata da Francesco Silveri un palcoscenico sempre più ambito da chi si occupa di teatro equestre.
La Rassegna Nazionale delle Regioni a Cavallo si compone di diversi momenti distribuiti nell’arco dei tre giorni. Se il venerdì 17 è dedicato alle prove e alla cena di benvenuto riservata ai partecipanti, ospitata nel chiostro trecentesco di San Francesco. Il momento clou del weekend sarà sabato 18 sera, quando in Piazza VII Aprile alle 21 si accenderanno le luci sullo spettacolo; torna la magia del teatro equestre sotto le stelle, una magia che si ripete anno dopo anno, regalando emozioni sempre nuove.
“Echi di libertà” sarà replicato in versione integrale domenica mattina 19 alle ore 10. L’ingresso sarà come ogni anno gratuito.

17.5.2011 – EDIZIONE DI SUCCESSO PER TOLENTINO 815, RIEVOCAZIONE STORICA DELLA BATTAGLIA, CON PASSIONE, SPETTACOLO,RIGORE STORICO E TANTO PUBBLICO
250 rievocatori, provenienti da Italia, Germania e Repubblica Ceca, circa 3000 spettatori, per ricordare il 150° dell’Unità d’Italia e la prima battaglia per l’Indipendenza Italiana. Questo e tanto altro ancora nei tre giorni di Tolentino 815, 6, 7 e 8 maggio, 16° edizione della Rievocazione storica della Battaglia di Tolentino, combattuta dalle truppe napoletane di Re Gioacchino Murat e quelle austriache del Barone Federico Bianchi, promossa dall’Associazione Tolentino815.                                                                                                                 Due delegazioni straniere ospiti, quelle dei Comuni di Labastide Murat (Francia) e Izola d’Istria (Slovenia), per festeggiare i 50 anni del Gemellaggio tra Labastide Murat e Tolentino, e  sottoscriverne uno nuovo tra gli Istituti “Filelfo” di Tolentino e Nautico-Commerciale di Pizzo (VV).
Degustazione di piatti cucinati sulle ricette di Antonio Nebbia, annullo postale figurato,  presentazione del libro “Le grandi battaglie del Risorgimento” e del diorama della Battaglia, partecipazione di oltre duecento persone alla “Pedalata Tricolore” e Gran Galà Reale.
Ancora una volta il Castello della Rancia ha fatto da scenario perfetto alle vicende di quella che gli storici considerano la prima battaglia combattuta per l’Indipendenza d’Italia. E forse, proprio per questo motivo, quest’anno in cui si celebra il 150° dell’Unità d’Italia, i rievocatori hanno dato vita ad una delle più belle ricostruzioni mai viste a Tolentino. Impeccabili i movimenti dei fanti e dei “cacciatori” che, con grande perizia, hanno anche ricostruito i “carrè”, i famosi “quadrati” che furono praticamente “fatali” per l’esercito di Murat. Sempre emozionanti le cariche della cavalleria e del 2° Cavalleggeri che, ancora una volta, hanno dato una dimostrazione della loro bravura, tanto da conquistare applausi a scena aperta, come si direbbe a teatro. Tanti i colpi di fucile e di cannone che hanno echeggiato nella valle, rendendo la rievocazione, come sempre ancora più reale e perfetta, in ogni più piccolo particolare, dall’incedere delle truppe al ritmo dei tamburini, alla perfezione delle divise, alle movimentazioni degli eserciti, alla ricostruzione della vita militare dell’epoca.
La grande passione dei rievocatori ha conquistato il pubblico che si è trovato ad essere protagonista dei fatti salienti di una battaglia. Al termine una grande parata di fronte al pubblico e la presentazione di tutti i gruppi partecipanti hanno concluso la manifestazione, oramai riconosciuta come uno degli eventi più importanti del centro Italia e che ha richiamato a Tolentino il pubblico delle grandi occasioni, facendo registrare il tutto esaurito per tre giorni, nei ristoranti e nelle strutture ricettive, con la soddisfazione degli operatori turistici. Da segnalare anche la presenza di rappresentanti della stampa straniera e di fotografi professionisti.
Molto soddisfatti gli organizzatori ed in particolare il Presidente dell’Associazione Tolentino 815 Paolo Scisciani che, nel ringraziare e salutare il pubblico ed i gruppi partecipanti, ha sottolineato la spettacolarità e l’importanza della rievocazione che ha il pregio di far “vivere” la storia e di far conoscere vicende legate alla proprie radici; oltre ad aver lasciato un segno indelebile nel territorio e come nel caso della Battaglia di Tolentino, nella storia nazionale.    L’obiettivo principale dell’Associazione resta il recupero, fruizione e tutela del patrimonio storico, artistico e architettonico legato agli avvenimenti, per strutturare il Parco Storico, non più solo di Tolentino, ma Regionale delle Battaglie di Tolentino e Castelfidardo; esso comprende tutti i comuni coinvolti nel fatto storico, dei due territori ove di fatto nel 1815 ebbe inizio il Risorgimento e nel 1860 si  svolse l’evento bellico determinante nel processo unitario.
L’anno 2011 sarà importante per rimarcare, con il 150° anniversario, il ruolo di una data storica nel processo risorgimentale e nell’unificazione italiana.

3.5.2011 – E’ INIZIATA TOLENTINO 815, 16^ RIEVOCAZIONE STORICA DELLA BATTAGLIA DI TOLENTINO, EDIZIONE DEL 150° UNITA’ D’ITALIA
Sabato 30 Aprile è iniziata ufficialmente l’edizione 2011 di Tolentino 815, Rievocazione Storica della Battaglia di Tolentino organizzata dall’Associazione Tolentino 815 in collaborazione con il Comune di Tolentino, con l’inaugurazione a Palazzo Parisani – Bezzi della mostra “1815 – 1915 Le Marche, i Marchigiani, il Risorgimento, l’Italia” a cura dell’Istituto Gramsci Marche con la presenza del Presidente del Consiglio Regionale Marche Vittoriano Solazzi e del Sindaco di Tolentino Luciano Ruffini (http://www.tolentino815.it/paginaita21086.aspx).
Sono esposti molti pannelli testi, immagini e documenti con cui vengono ricostruiti gli episodi di maggiore rilevanza riguardanti il Risorgimento marchigiano, con uno stretto collegamento agli avvenimenti nazionali ed europei. Una mostra che non tratta soltanto del Risorgimento ma che abbraccia cento anni, dal 1815 al 1915. Accenna brevemente alla Rivoluzione Francese come elemento propulsore per avviarsi con la Battaglia di Tolentino del 2-3 maggio 1815, definita la prima battaglia per l’unità politica dell’Italia; per terminare con il 1915, all’alba del primo conflitto mondiale, attraverso la lettura di avvenimenti che hanno preceduto quel conflitto come il processo di industrializzazione, lo svilupparsi dei movimenti repubblicani, anarchici, socialisti e la partecipazione dei cattolici alla vita politica e sociale.
Alcuni pannelli esposti a Tolentino contengono materiale inedito e legato alla storia locale.
Dopo gli anni intermedi, la rievocazione storica delle fasi salienti della battaglia combattuta il 2 e 3 maggio 1815 tra l’esercito di Giacchino Murat, Re di Napoli e quello austriaco del Barone Federico Bianchi, torna in grande stile.
Domenica 1 Maggio al Castello della Rancia si è inaugurata l’esposizione del Diorama della Battaglia di Tolentino, a cura dell’Associazione Storico Modellistica di Civitanova Marche ed alle ore 15.30 si è svolta la visita guidata ai luoghi della Battaglia (ritrovo al Castello della Rancia, poi monumento Rotondo, Ossario Salcito, ex chiesetta Cisterna, Torrione San Catervo), con una consistente presenza di interessati, accompagnati dal presidente dell’Associazione Tolentino 815 Paolo Scisciani.
Fino al 8 maggio sono previste varie iniziative quali incontri, mostre, conferenze, presentazioni di libri e soprattutto torna la Rievocazione storica della battaglia con la presenza di rievocatori provenienti da tutta Europa che, per due giorni, ricostruiranno in maniera fedele, accampamenti, movimenti di truppe e cavalleria, vita militare e fasi degli scontri. Grande attesa anche per le nuove movimentazioni del gruppo storico tolentinate “2° Reggimento Cavalleggeri”. Una iniziativa sempre più apprezzata a livello europeo e che richiama il pubblico delle grandi occasioni (http://www.tolentino815.it/paginaita2945.aspx).
Nell’anno che celebra il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, Tolentino si riconferma crocevia della Storia Nazionale: inizio e fine dell’epoca franco-italica, tra il declino del potere temporale pontificio (Trattato di Tolentino, firmato il 19 febbraio 1797 tra Napoleone Bonaparte ed i rappresentanti dei Papa Pio VI) e le origine del Risorgimento (Battaglia di Tolentino).
21.4.2011 – GRANDE ATTESA PER L’EDIZIONE DEI 150 ANNI UNITA’ D’ITALIA DI TOLENTINO 815, RIEVOCAZIONE STORICA DELLA BATTAGLIA DI TOLENTINO, LA PRIMA COMBATTUTA PER L’INDIPENDENZA D’ITALIA
Presentata ufficialmente l’edizione 2011 di Tolentino 815, Rievocazione Storica della Battaglia di Tolentino organizzata dall’Associazione Tolentino 815 e dal Comune di Tolentino. Il nutrito programma dell’edizione 2011 è stato presentato nel corso di una conferenza stampa a cui hanno partecipato il Sindaco di Tolentino Luciano Ruffini e il Presidente dell’Associazione Tolentino 815 Paolo Scisciani.
Dopo gli anni intermedi, la rievocazione storica delle fasi salienti della battaglia combattuta il 2 e 3 maggio 1815 tra l’esercito di Giacchino Murat, Re di Napoli e quello austriaco del Barone Federico Bianchi, considerata la prima battaglia per l’Indipendenza Italiana, torna al Castello della Rancia in grande stile. Diverse iniziative quali incontri, mostre, conferenze, presentazioni di libri e soprattutto torna con una importante partecipazione di rievocatori provenienti da tutta Europa che, per due giorni, ricostruiranno in maniera fedele, accampamenti, movimenti di truppe e cavalleria, vita militare e fasi degli scontri. Grande attesa anche per le nuove movimentazioni che saranno presentate dal gruppo storico tolentinate “2° Reggimento Cavalleggeri”.
Con questa importante manifestazione, nell’anno che celebra il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, sempre più apprezzata a livello europeo e che richiama il pubblico delle grandi occasioni, Tolentino si riconferma crocevia della Storia Nazionale: inizio e fine dell’epoca franco-italica, tra il declino del potere temporale pontificio (Trattato di Tolentino, firmato il 19 febbraio 1797 tra Napoleone Bonaparte ed i rappresentanti dei Papa Pio VI) e le origine del Risorgimento (Battaglia di Tolentino).
Questo il programma della manifestazione:
Sabato 30 Aprile – ore 11.30 inaugurazione a Palazzo Parisani – Bezzi della mostra “1815 – 1915 Le Marche i Marchigiani, il Risorgimento, l’Italia” a cura dell’Istituto Gramsci Marche con la presenza del Presidente del  Consiglio Regionale Marche Vittoriano Solazzi.
Domenica 1 Maggio – ore 15.00 al Castello della Rancia esposizione Diorama della Battaglia di Tolentino, a cura dell’Associazione Storico Modellistica ed alle ore 15.30 visita guidata ai luoghi della Battaglia (ritrovo al Castello della Rancia, poi monumento Rotondo, Ossario Salcito, ex chiesetta Cisterna, Torrione San Catervo e Palazzo Parisani Bezzi).
Venerdì 6 Maggio – ore 12.00 inaugurazione ufficiale del Piazzale della Battaglia di Tolentino (vicino Caserma Carabinieri) e del Torrione di San Catervo, sede dell’Associazione Tolentino 815. Alle ore 17.30 alla Sala Consiliare del Comune di Tolentino Celebrazione del 50° Anniversario del Patto di Gemellaggio tra le Città di Labastide Murat e Tolentino. Alle ore 18.30 Biblioteca Filelfica di Tolentino presentazione del libro “Le grandi battaglie del Risorgimento”, di e con Marco Scardigli. Alle ore 20.30 al Castello della Rancia, Banchetto del Re, degustazioni con menù storico tratto dalle ricette de “Il Cuoco Maceratese” di Antonio Nebbia, (su prenotazioni tel. 0733.967400).
Sabato 7 Maggio – ore 9.00 aula magna dell’I.I.S. “F. Filelfo” di Tolentino, Gemellaggio e presentazione lavori tra l’Istituto d’Istruzione Superiore “F. Filelfo” di Tolentino e l’Istituto Nautico e Commerciale di Pizzo. Alle ore 11.00 in via San Nicola, Annullo Filatelico, a cura Circolo Filatelico Numismatico di Tolentino. Alle ore 11.30 Santa Messa in Onore ai Caduti al Monumento di Contrada Rotondo e scoprimento della stele per il 150° Anniversario dell’Unità d’Italia.
Alle ore 14.00 al Castello della Rancia apertura al pubblico dell’accampamento storico. Alle ore 16.30 Rievocazione Storica 1° Giorno della Battaglia, nello spazio dietro al Castello della Rancia. Alle ore 21.00 Gran Gala Reale, balli storici in costume e divisa, nel cortile del Castello della Rancia.
Domenica 8 Maggio – ore 9.30 “Pedalata Tricolore” per visitare i luoghi della Battaglia, con ritrovo in piazza della Libertà in occasione della 2° Giornata Nazionale della Bicicletta. Alle ore 10.00 apertura al pubblico dell’accampamento storico. Alle ore 11.30 Parata Gruppi Storici al Retail Park e al centro storico di Tolentino. Alle ore 15.00 grande Rievocazione Storica 2° Giorno della Battaglia, nello spazio dietro al Castello della Rancia.
3.4.2011 – TOLENTINO 815 E IL 150° DELL’UNITA D’ITALIA
Il 2011 è l’anno delle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, in cui la provincia di Macerata e Tolentino rivestono un ruolo importante per le origine del Risorgimento: la Battaglia di Tolentino del 2 e 3 maggio 1815 è considerata la Prima battaglia per l’Indipendenza Italiana. L’Associazione Tolentino 815 sta elaborando un programma di elevato spessore culturale per dare il giusto rilievo: mostre, convegni, pubblicazioni, concerti, sfilate e la rievocazione storica Tolentino 815, con la partecipazione di Gruppi provenienti dall’Italia e dall’estero; una manifestazione particolarmente significativa per l’immagine del territorio, in funzione di promozione culturale e turistica.
Anche la città di Tolentino ha festeggiato il 150° anniversario dell’Unità d’Italia con un programma di iniziative il 16 e 17 marzo, in collaborazione con scuole, esercenti commerciali e varie associazioni, tra cui Tolentino 815;  il mattino del 17 marzo due “soldati” del “2° Cavalleggeri” hanno fatto il picchetto d’onore all’alzabandiera in località Rotondo (presso il monumento dei caduti della Battaglia di Tolentino) ed in piazza della Libertà, oltre al Consiglio Comunale riunito in seduta straordinaria aperta.
Domenica 27 marzo 2011 è stata convocata presso la Sala Consiliare del Comune di Tolentino l’Assemblea regionale della Associazione Marchigiana Rievocazioni Storiche, di cui l’Associazione Tolentino 815 fa parte da molti anni, con la partecipazione di quasi tutte le 26 manifestazioni aderenti. E’ stato illustrato il progetto di un cartellone di rete da presentare alla Regione nell’ambito delle disponibilità della Legge regionale n. 6 del 11.2.2010 “Interventi regionali in favore dell’associazione marchigiana rievocazioni storiche”, per essere interlocutori credibili. Si sta prevedendo un progetto articolato, che attraverso contenuti culturali importanti deve incidere sulla promozione turistica e sulla valorizzazione delle tipicità. Il presidente dell’Associazione Tolentino 815, Paolo Scisciani, ha accolto nel migliore dei modi tutti i delegati regionali e proposto l’inserimento nel progetto complessivo di alcune iniziative: “Le Marche dell’800” il raduno delle rievocazioni storiche marchigiane ottocentesche (Tolentino, Treia, Cingoli, Fermignano), il convegno di studi su “Tolentino, le Marche e l’unità d’Italia”, la rappresentazione teatrale “La felice Italia”, la mostra “Antica Cartografia d’Italia”. Anche il Sindaco di Tolentino Luciano Ruffini, ha portato il saluto della città ed ha seguito i lavori dell’Assemblea che, dopo la conviviale, ha partecipato con attenzione la visita guidata ai luoghi della battaglia di Tolentino, illustrata da Paolo Scisciani.
Si è trattato di un modo per ricordare la data del 31 marzo, 196° anniversario del Proclama di Rimini, primo manifesto per l’indipendenza italiana pubblicato nel 1815 da Gioacchino Murat, Re di Napoli; a seguito del quale fu combattuta la battaglia di Tolentino del 2 e 3 maggio 1815. In questo anno importante per il 150° anniversario dell’unità d’Italia l’Associazione Tolentino 815 vuole rafforzare il coinvolgimento da sempre ricercato ed attuato con tutti gli organismi del territorio. A tale proposito il CORRIERE DELLA SERA del 22 marzo 2011 nella rubrica Cultura a pag. 44, ha pubblicato un articolo firmato da Paolo Mieli su “Murat, il re francese che avviò il Risorgimento – Nel suo proclama del 1815 invocò l’Unità d’Italia”. L’autore scrive “Il proclama di un francese diventa così il primo manifesto del Risorgimento Italiano. E la battaglia di Tolentino contro gli austriaci (2 e 3 maggio 1815) diventa per tutti qualcosa di più di un semplice combattimento” e continua citando Renata De Lorenzo “Entra nel mito, fino ad essere annoverata tra le battaglie del Risorgimento, anzi la prima battaglia per l’indipendenza nazionale”. Nel riquadro Bibliografia viene riportato che “Sulla sconfitta di Murat nel 1815 sono uscite diverse pubblicazioni a cura dell’Associazione storica Tolentino 815” http://www.tolentino815.it/paginaita20813.aspx.
8.3.2011 – ACCETTATO IL PROGETTO DEL PARCO STORICO DELLE BATTAGLIE DI TOLENTINO E CASTELFIDARDO, PROPOSTO UN TAVOLO DI ELABORAZIONE
Sabato 26 febbraio 2011 presso la Sala Nerpiti, Palazzo Sangallo di Tolentino si è svolto un Incontro pubblico sulla Legge Regionale 9 febbraio 2010 n. 5 ad un anno dall’approvazione, promosso dall’Associazione Tolentino 815 in collaborazione con il Comune di Tolentino, ove gli intervenuti hanno concordato sulla bontà del progetto “Parco Storico delle Battaglie di Tolentino e Castelfidardo” e proposto un Tavolo di confronto ed elaborazione tra Enti pubblici e Associazioni.
La Legge 9 febbraio 2010 n. 5 è relativa alla “Valorizzazione dei luoghi della memoria storica risorgimentale relativi alla battaglia di Tolentino e Castelfidardo e divulgazione dei relativi fatti storici”, ed è stata approvata a seguito dell’iniziativa legislativa dei Consiglieri Regionali Comi e  Massi, che avevano presentato due proposte di legge nel febbraio 2009, poi unificate.
Hanno partecipato all’Incontro Pietro Marcolini Assessore ai Beni e Attività Culturali della Regione Marche, Francesco Comi Presidente Commissione regionale Sanità e Sociale, Francesco Massi Consigliere Regionale, Luciano Ruffini Sindaco di Tolentino, Moreno Giannattasio Assessore alla Cultura Comune di Castelfidardo, Tiziana Tombesi ViceCommissario prefettizio Provincia di Macerata, Luciano Antonietti Presidente del Consiglio della Provincia di Ancona, Paolo Scisciani presidente Associazione Tolentino 815 ed Eugenio Paoloni presidente Fondazione Ferretti di Castelfidardo.
Sono intervenuti Giampiero Feliciotti Presidente Comunità Montana Monti Azzurri e alcuni Sindaci dei comuni interessati, in quanto collegati allo svolgimento della battaglia di Tolentino del 2 e 3 maggio 1815. Infatti è stata presentata la nuova Pianta del Luoghi della Battaglia di Tolentino ove sono descritti 36 luoghi in cui si sono svolti fatti e restano traccia della battaglia, relativi a 19 comuni della provincia di Macerata.
L’Incontro pubblico voleva fare il punto sulla attuazione della legge ed elaborare ipotesi di conservazione, tutela e valorizzazione dei luoghi, per mantenere la memoria storica e l’integrità dei siti, allo scopo di realizzare il progetto “Parco Storico Regionale delle Battaglie di Tolentino e Castelfidardo”. L’assessore Marcolini ha precisato che “le due battaglie nelle Marche segnano l’inizio e la conclusione del sogno risorgimentale per un’Italia unita, di cui dovremo andarne fieri e promuoverle dal punto di vista culturale e turistico”.
Il Sindaco di Tolentino ha ricordato “il 2011 è l’anno delle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, in cui la provincia di Macerata e Tolentino rivestono un ruolo importante per le origine del Risorgimento: la Battaglia di Tolentino del 2 e 3 maggio 1815 è considerata la Prima battaglia per l’Indipendenza Italiana”.
Paolo Scisciani ha introdotto al “progetto che intende realizzare un collegamento, attraverso un itinerario culturale, tra i siti che hanno rivestito un ruolo rilevante nel corso delle due battaglie, con l’obiettivo è di unirsi per la salvaguardia e la gestione del patrimonio storico, architettonico, monumentale e paesaggistico”. I Consiglieri regionali Comi e Massi ed i rappresentanti delle Provincie di Macerata e Ancona e della Comunità Montana Monti Azzurri, hanno concordato sul fatto che “una legge sul Parco Storico potrà dare la possibilità a comuni, province, regione, enti ed associazioni di avere un contenitore legislativo, al quale fare riferimento per le numerose attività che si possono organizzare, garantendo sufficienti risorse e sinergie d’intenti”.
Eugenio Paoloni ha ribadito che “bisogna tramandare alle future generazioni la memoria storica, i cimeli ed il paesaggio che contribuirono all’unità nazionale, dando nuove opportunità economiche in funzione di promozione culturale e turistica”.
Infine il Sindaco di Macerata Romano Carancini ha accettato in pieno il progetto “Parco Storico delle Battaglie di Tolentino e Castelfidardo”, offrendo collaborazione e mettendo a disposizione i materiali del Museo Marchigiano del Risorgimento, ora chiusi nelle casse, per l’esposizione al Castello della Rancia di Tolentino.

24.2.2011 – INCONTRO PUBBLICO SULLA LEGGE REGIONALE N. 5/2010 SUI LUOGHI DELLE BATTAGLIE DI TOLENTINO E CASTELFIDARDO, SABATO 26 FEBBRAIO A TOLENTINO 
Sabato 26 febbraio 2011 alle ore 9.30 presso la Sala Nerpiti, Palazzo Sangallo di Tolentino si svolgerà un Incontro pubblico sulla Legge Regionale 9 febbraio 2010 n. 5, promosso dall’Associazione Tolentino 815 in collaborazione con il Comune di Tolentino, ad un anno dall’approvazione.
La Legge 9 febbraio 2010 n. 5 è relativa alla “Valorizzazione dei luoghi della memoria storica risorgimentale relativi alla battaglia di Tolentino e Castelfidardo e divulgazione dei relativi fatti storici”, ed è stata approvata a seguito dell’iniziativa legislativa dei Consiglieri Regionali Comi e  Massi, che avevano presentato due proposte di legge nel febbraio 2009, poi unificate.
Partecipano all’Incontro Pietro Marcolini Assessore ai Beni e Attività Culturali della Regione Marche, Francesco Comi Presidente Commissione regionale Sanità e Sociale, Francesco Massi Consigliere Regionale, Luciano Ruffini Sindaco di Tolentino, Mirco Soprani Sindaco di Castelfidardo, Tiziana Tombesi ViceCommissario prefettizio Provincia di Macerata, Carlo Maria Pesaresi Assessore Cultura Provincia di Ancona, Paolo Scisciani presidente Associazione Tolentino 815 ed Eugenio Paoloni presidente Fondazione Ferretti di Castelfidardo.
Intervengono Giampiero Feliciotti Presidente Comunità Montana Monti Azzurri, Pier Giuseppe Vissani Presidente STL Monti Sibillini Terre di Parchi e di Incanti ed i Sindaci dei comuni interessati, in quanto collegati allo svolgimento della battaglia di Tolentino del 2 e 3 maggio 1815. Infatti verrà presentata la nuova Pianta del Luoghi della Battaglia di Tolentino, a cura di Paolo Scisciani, in collaborazione con Fabio Sileoni e Sara Staffolani, ove sono descritti 36 luoghi in cui si sono svolti fatti e restano traccia della battaglia, relativi a 19 comuni della provincia di Macerata.
L’Incontro pubblico ha lo scopo di fare il punto sulla attuazione della legge ed elaborare ipotesi di conservazione, tutela e valorizzazione dei luoghi, per mantenere la memoria storica e l’integrità dei siti, allo scopo di realizzare il progetto “Parco Storico Regionale delle Battaglie di Tolentino e Castelfidardo”: le due battaglie nelle Marche che segnano l’inizio e la conclusione del sogno risorgimentale per un’Italia unita, di cui quest’anno ricorre il 150° anniversario.
Il progetto intende realizzare un collegamento, attraverso un itinerario culturale, tra i siti che hanno rivestito un ruolo rilevante nel corso delle due battaglie. Una legge sul Parco Storico potrà dare la possibilità a comuni, province, regione, enti ed associazioni di avere un contenitore legislativo, al quale fare riferimento per le numerose attività che si possono organizzare in funzione di promozione culturale e turistica.
L’obiettivo è di unirsi per la salvaguardia e la gestione del patrimonio storico, architettonico, monumentale e paesaggistico legato alle due battaglie di Tolentino e Castelfidardo, in un grande contenitore culturale ed istituzionale, garantendo sufficienti risorse e sinergie d’intenti per tramandare alle future generazioni la memoria storica, i cimeli ed il paesaggio che contribuirono all’unità nazionale. Due battaglie per indicare a tutti noi ed a chi verrà dopo di noi, la strada per nuove opportunità economiche, culturali ed il mantenimento di quei valori che ci hanno dato il nostro presente da tramandare alle future generazioni.
Il 2011 è l’anno delle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, in cui la provincia di Macerata e Tolentino rivestono un ruolo importante per le origine del Risorgimento: la Battaglia di Tolentino del 2 e 3 maggio 1815 è considerata la Prima battaglia per l’Indipendenza Italiana.
L’Associazione Tolentino 815 sta elaborando un programma di elevato spessore culturale per dare il giusto rilievo: mostre, convegni, pubblicazioni, concerti, sfilate e la rievocazione storica Tolentino 815, con la partecipazione di Gruppi provenienti dall’Italia e dall’estero, manifestazione particolarmente significativa per l’immagine del territorio, in funzione di promozione culturale e turistica. L’iniziativa è ricompresa nel programma delle celebrazioni ufficiali a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri ed autorizzata all’uso del logo del 150° unità d’Italia.

10.2.2011 – PRESENTAZIONE DEL LIBRO “BATTAGLIA DI TOLENTINO del 2 e 3 Maggio 1815 – La prima per l’indipendenza italiana” SABATO 12 FEBBRAIO PRESSO L’AUDITORIUM DELLA BIBLIOTECA FILELFICA DI TOLENTINO
Sabato 12 febbraio alle ore 18.00 presentazione del libro “BATTAGLIA DI TOLENTINO del 2 e 3 Maggio 1815 – La prima per l’indipendenza italiana” Materiali e Documenti nel XV di attività dell’Associazione Tolentino 815, a cura di Paolo Scisciani, presso l’Auditorium della Biblioteca Filelfica di Tolentino.
La settima pubblicazione dell’Associazione Tolentino 815 dopo la tappa dello scorso anno a Castelfidardo ed a gennaio presso l’Istituto Filelfo di Tolentino, viene ora  illustrata ufficialmente in collaborazione con l’Anpi di Tolentino e l’Associazione di Storia Contemporanea di Macerata.
Si tratta del primo appuntamento di un fitto calendario di eventi che si svilupperanno nell’arco di tutto l’anno, nell’ambito delle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, in cui Tolentino riveste un ruolo importante per le origine del Risorgimento: la Battaglia di Tolentino del 2 e 3 maggio 1815 è considerata come la Prima per l’Indipendenza Italiana.
Il volume è curato da Paolo Scisciani, presidente dell’Associazione Tolentino 815, e sarà commentato da Tiziana Marozzi dell’Anpi di Tolentino ed Emanuela Sansoni dell’Associazione di Storia Contemporanea di Macerata.
Esso raccoglie tutti interventi e le informazioni di carattere storico sulla battaglia e sul contesto in cui si è sviluppata, pubblicate nelle 11 edizioni della “Guida alla Rievocazione”, e li ordina in quattro sezioni.
–         La battaglia di Tolentino descritta da dieci autori diversi per offrire i vari punti di vista;
–         I Proclami, le Ordinanze e gli Inni che hanno fatto da contorno al fatto militare;
–         La vita civile dell’epoca, attraverso indagini, manifesti, costumi, biografie e aneddoti;
–         I progetti realizzati dell’Associazione Tolentino 815 e quelli da realizzare.
Vuole essere uno strumento di agile consultazione, alla portata di tutti, che inquadra il periodo storico in modo completo ed interessante, sia per chi lo affronta per la prima volta, che per chi lo vuole approfondire, con particolare riguardo agli studenti.
Si tratta inoltre di un bilancio dei primi 15 anni dell’Associazione Tolentino 815, che è bene ricordarlo, ha pubblicato sette Libri, undici Guide, due Videocassette, un CD-Rom, un War-game, organizzato Mostre, Concorsi, Convegni nazionali e internazionali, Competizioni scientifiche, allacciato collaborazioni con Scuole e Università, promosso comitati e gemellaggi tra Associazioni, Istituti scolastici e forse tra Città.
L’obiettivo principale dell’Associazione resta il recupero, fruizione e tutela del patrimonio storico, artistico e architettonico legato agli avvenimenti, per strutturare il Parco Storico, non più solo di Tolentino, ma Regionale delle Battaglie di Tolentino e Castelfidardo; esso comprende tutti i comuni coinvolti nel fatto storico, dei due territori ove di fatto nel 1815 ebbe inizio il Risorgimento e nel 1860 si  svolse l’evento bellico determinante nel processo unitario.
Un passo verso la giusta direzione lo ha fatto la Regione Marche con l’approvazione della Legge n. 5 del 9 febbraio 2010 “Valorizzazione dei luoghi della memoria storica risorgimentale relativi alle battaglie di Tolentino e Castelfidardo e divulgazione dei relativi fatti storici”.
Essa presenta un considerevole carattere di unicità, poichè per la prima volta una legge regionale è dedicata alla valorizzazione di siti ove si sono svolti eventi militari.
L’anno 2011 sarà importante per rimarcare, con il 150° anniversario, il ruolo di una data storica nel processo risorgimentale e nell’unificazione italiana, ed avrà come apice spettacolare a Tolentino la Rievocazione storica della battaglia di Tolentino il 7 e 8 maggio prossimi.