Anno 2004

21.12.2004 – Assemblea dell’Associazione Tolentino 815
IL 21 DICEMBRE SI E’ SVOLTA L’ASSEMBLEA ANNUALE DELL’ASSOCIAZIONE TOLENTINO 815
Il 21 dicembre 2004 si è svolta l’annuale Assemblea dei Soci dell’Associazione Tolentino 815 presso l’Hotel 77 di Tolentino, preceduta dalla Cena Sociale.
In concomitanza era convocato l’Incontro dei Soci Onorari dell’Associazione.
Il presidente Paolo Scisciani ha presentato la relazione dell’attività dell’anno 2004, tracciando un bilancio soddisfacente; alcuni dubbi sono stati sollevati per il futuro, che non si riesce a programmare bene a causa delle mancate conferme del Comune di Tolentino.
In particolare si è soffermato sulle iniziative dell’ultimo periodo che hanno assunto un carattere molto interessante.
Rappresentanti dell’Associazione hanno presenziato al convegno del Centro Studi Storici Maceratesi il 21 novembre all’Abbadia di Fiastra ed a quello dell’Associazione Art in Italy il 26 novembre a Roma; oltre alla Assemblea della Associazione Marchigiana Rievocazioni Storiche il 5 dicembre all’Abbadia di Fiastra.
Dal 3 al 5 dicembre si è svolta a Parigi la prima edizione del “Salon du 1er Empire” e l’Associazione Tolentino 815 vi ha partecipato, insieme al Comune di Tolentino, con uno spazio in uno stand della Unione Nobiltà Napoleonica. E’ stata un’ottima vetrina per la città a seguito delle migliaia di visitatori accorsi da ogni parte, per festeggiare il bicentenario dell’incoronazione di Napoleone Imperatore. In questa occasione si sono stretti rapporti con il Souvenir Napoleonien, la più importante Associazione francese di storia napoleonica, nella persona del suo segretario generale Jacques Palombo con il quale si è programmata una iniziativa in collaborazione per la prossima edizione della Rievocazione Storica “Tolentino 815″.
E’ certamente da segnalare il rinnovamento totale del Sito internet www.tolentino815.it , molto più facile e veloce da consultare; ci si può immergere nel periodo storico attraverso una ricca serie di testi, immagini ed informazioni dettagliate dell’attività dell’Associazione Tolentino 815.
Il numero di novembre/dicembre 2004 del bimestrale “Rivivere la Storia” dedica un servizio redazionale a “Tolentino 815″; ben tre pagine della nota rivista specializzata “come ricostruire il passato”, raccontano l’edizione del maggio scorso del Raduno di bande storiche militari.
L’attenzione di una rivista importante, interamente dedicata alla storia ed alle rievocazioni, testimonia ancora una volta i consensi che raccoglie, in modo unanime, l’iniziativa tolentinate, che pur essendo realizzata da pochi anni si è imposta con successo a livello italiano ed europeo.
La presenza di Tolentino sulla stampa nazionale costituisce inoltre una promozione per la città ed anche un giusto riconoscimento per l’impegno profuso dall’Associazione Tolentino 815, per una manifestazione, che si può ormai definire fortemente innovativa e particolarmente significativa per l’immagine delle Marche, in funzione di promozione culturale e turistica.
22.11.2004 – Convegno ”Musei all’aperto” a Castelfidardo
PAOLO SCISCIANI DELL’ASSOCIAZIONE TOLENTINO 815 INVITATO AL CONVEGNO “MUSEI ALL’APERTO” A CASTELFIDARDO IL 19 NOVEMBRE
La tutela e l’integrità dei luoghi storici per l’importanza che rivestono nella conservazione della memoria di ogni popolo, sarà il tema del convegno regionale che Italia Nostra, l’Amministrazione Comunale di Castelfidardo, le associazioni culturali cittadine e le scuole organizzano il giorno 19 novembre 2004 alle ore 16,30 nella sala conferenze del Museo Risorgimentale della Battaglia di Castelfidardo; il titolo è “Musei all’aperto. Memorie di battaglia nell’integrità dei luoghi storici”.
I relatori, molto qualificati in materia, sono: Francesco Scoppola presidente Commissione Beni Culturali delle Marche, Marco Moroni docente di Economia Università Politecnica delle Marche, Mario Augusto Lolli Ghetti direttore regionale Beni Culturali ed Ambientali delle Marche, Paolo Scisciani presidente Associazione Tolentino 815, Eugenio Paoloni presidente Associazione Italia Nostra sezione di Castelfidardo.
La recente legge del parlamento italiano sul patrimonio delle prima guerra mondiale, che prevede la tutela delle aree di battaglia, ha dato lo spunto agli organizzatori per una profonda riflessione scientifica, storica e normativa circa la tutela da attuare nelle aree di battaglia e dei luoghi storici, considerati come fonte materica insostituibile da tramandare quanto più integra possibile alle future generazioni. Fino ad oggi era consuetudine tutelare gli oggetti ed i monumenti che caratterizzarono un evento storico, la svolta della nuova legge sarà determinante per tutelare anche le aree storiche,condizionando inevitabilmente la stesura dei PRG e le varianti che sono in fase di attuazione. Con questo convegno si cercherà di chiarire quali strumenti normativi le amministrazioni pubbliche possono utilizzare per definire e delimitare senza ambiguità, le aree d’interesse storico di battaglia con particolare riferimento alla Marche.
Per dare concretezza alla giornata di studi, saranno presentate due proposte per la creazione di Parchi Storici Regionali; quello della battaglia di Tolentino deliberato con atto di indirizzo n. 34 del 29 gennaio 2002 della Giunta Comunale, e quello della Battaglia di Castelfidardo. Per quest’ultimo, i cui lavori di allestimento iniziarono nel 1984 con l’approvazione dello statuto del museo risorgimentale, siamo ormai nella fase conclusiva di realizzazione. Con il riconoscimento ufficiale della Regione Marche unitamente alla definitiva delimitazione e tutela territoriale, il sogno di realizzare il Parco Storico della battaglia di Castelfidardo sarà una realtà.
Per il Parco storico della Battaglia di Tolentino siamo ancora a livello di progetto, che prevede l’inserimento di siti compresi nel territorio dei comuni di Tolentino, Pollenza e Macerata ed ha l’elemento attivo nella Rievocazione storica “Tolentino 815″, giunta alla 10^ edizione.I lavori del convegno sono coordinati da Gilberto Piccinini presidente della Deputazione di Storia patria delle Marche e Sovrintendente del museo risorgimentale di Castelfidardo, mentre Enzo Giancarli presidente della provincia di Ancona trarrà le conclusioni.
30.10.2004 – Tolentino 815 su ”Rivivere la Storia”
TOLENTINO 815 SU “RIVIVERE LA STORIA”, RIBALTA NAZIONALE PER LA CITTA’
Il numero di novembre/dicembre 2004 del bimestrale “Rivivere la Storia” dedica un servizio redazionale a “Tolentino 815″ Rievocazione storica della Battaglia di Tolentino.Ben tre pagine della nota rivista specializzata, come riporta il sottotitolo in “come ricostruire il passato”, raccontano l’edizione del maggio scorso della manifestazione promossa dall’Associazione Tolentino 815, che ha visto il Raduno di bande storiche militari.
Con molte notizie e curiosità, l’articolo illustra l’importanza delle bande e delle fanfare militari che nei secoli scorsi avevano il compito di accompagnare le truppe in battaglia e soprattutto di scandirne le marce.Oggi le bande storiche militari ricostruiscono, con le loro divise e con le loro esecuzioni, uno spaccato particolarmente affascinante della vita militare, conquistando il pubblico con le interpretazioni e contribuendo a portare una speciale aria di festa alle rievocazioni storiche. L’evento di Tolentino, organizzato in alternanza alla ricostruzione della battaglia, ha consentito di assistere a veri e propri concerti, resi ancora più accattivanti dalle coreografie e dalle “clique” di tamburini. Oltre a portare a conoscenza una pagina importante della storia nazionale svoltasi a Tolentino; quella che vari storici definiscono come la prima battaglia per l’Indipendenza d’Italia.
L’attenzione di una rivista importante, interamente dedicata alla storia ed alle rievocazioni, testimonia ancora una volta i consensi che raccoglie, in modo unanime, la Rievocazione Storica “Tolentino 815″; essa pur essendo realizzata da pochi anni si è imposta con successo a livello italiano ed europeo. La presenza di Tolentino sulla stampa nazionale costituisce inoltre una promozione per la città marchigiana ed anche un giusto riconoscimento per l’impegno profuso dall’Associazione Tolentino 815 nell’organizzazione della manifestazione.
14.10.2004 – Costituita la ” Rete Murat ”
COSTITUTITA LA “RETE MURAT” Unione Internazionale Associazioni e Siti Murattiani
Il 14 ottobre 2004 a Pizzo in Calabria nella Sala della Biblioteca Murattiana del Castello Aragonese è stato firmato un importante documento: lo Statuto e l’Atto Costitutivo della “RETE MURAT – Unione Internazionale Associazioni e Siti Murattiani”, durante le manifestazioni “Pizzo 1815″, in memoria ed in onore del Re Murat.
La Rete Murat ha lo scopo specifico di promuovere e dare impulso agli studi, alle ricerche ed alle elaborazioni che abbiano al centro la figura di Gioacchino Murat in quanto re, uomo, soldato, politico, legislatore e amministratore, oltre a valorizzare i luoghi che hanno visto protagonista il Re di Napoli e cognato di Napoleone.
I soggetti che hanno costitutito il nuovo organismo si impegnano a coordinare e gestire comunemente tutte le iniziative con significato e valenza nazionale e internazionale.
Hanno sottoscritto l’Atto i Presidenti di undici Associazioni provenienti da tutta Italia: Gioacchino Murat di Pizzo (VV), Tolentino 815 di Tolentino (MC), Centro Studi Murattiani di Palinuro (SA), Lions Club di Vibo Valentia, Lions Club di Bari, L’Agorà e Centro Studi Gioacchino Napoleone di Reggio Calabria, Art in Italy di Roma, Amici del Re Gioacchino di Salerno, Unione Nobiltà Napoleonica e Dame d’Onore di Carolina Murat di Viareggio.
Presidente Onorario della RETE MURAT è stato eletto per acclamazione S.A.R. il Principe Murat, che ha voluto con la sua presenza dare valore e prestigio alla nascita di questa nuova struttura organizzata.
Componenti del Consiglio Direttivo sono risultati Giovanni Aiello di Reggio Calabria, Giuseppe Cernelli di Palinuro, Giuseppe Pagnotta di Pizzo, Paolo Scisciani di Tolentino e Paolo Tripiccione di Vibo Valentia.
Gli incarichi direttivi sono stati attribuiti, per acclamazione, a:
Giuseppe Pagnotta Presidente, Paolo Scisciani Segretario, Giovanni Aiello Tesoriere.
Fondamento e legante delle Associazioni aderenti alla RETE è il riconoscimento
della centralità storica e rilevanza strategica che la figura di Gioacchino Murat riveste nel processo di ricostruzione ed elaborazione della identità politica, istituzionale e morale dell’Italia.
Tale collegamento e coordinamento europeo nasce a seguito del “1° Forum dei Circoli Murattiani” organizzato dalla Associazione Tolentino 815 il 30 aprile 2004, che aveva lo scopo di conoscenza e scambio di informazioni tra le Associazioni ed Enti che si occupano di promuovere e valorizzare le opere, i luoghi e la figura di Gioacchino Murat in Italia ed all’estero.
Ora il primo compito della Rete è di allargare le adesioni a tutte le realtà interessate, in modo di consolidare le proprie capacità operative.
09.10.2004 – L’Associazione Tolentino 815 a ”PIZZO 1815”
 L’ASSOCIAZIONE TOLENTINO 815 PARTECIPA ALLE MANIFESTAZIONI MURATTIANE “PIZZO 1815″ DAL 9 AL 14 OTTOBRE 2004
L’Associazione Tolentino 815 ha collaborato con l’Associazione Culturale Gioacchino Murat di Pizzo alla organizzazione delle Manifestazioni Murattiane “PIZZO 1815″, un evento unico e, forse, irripetibile dedicate alla figura del grande Re Gioacchino Murat, previste dal 9 al 14 ottobre 2004; lo scopo è di evidenziare e rivalutare l’importanza e il peso dei rapporti tra Francia e Italia nonché della figura del sovrano del Regno di Napoli.
Si inizia nei giorni 9 e 10 Ottobre 2004 con la Prima Rievocazione Storica “Pizzo 1815″ con la partecipazione di vari gruppi italiani tra cui il “2° Reggimento Cavalleggeri” gruppo storico dell’Associazione Tolentino 815; si ricostruisce lo sbarco, arresto, condanna e fucilazione di Re Gioacchino Murat, ad opera delle forze borboniche di Re Ferdinando nel Castello del Pizzo di Calabria, segnando nel delizioso borgo del Mediterraneo “una delle stazioni omeriche dell’Iliade Napoleonica” ( Alexandre Dumas ).
Si continua il 13 ottobre con la “Cerimonia della memoria” in onore di Re Gioacchino MURAT che vedrà la partecipazione di S. A. R. il Principe Murat, del Governatore della Regione Calabria Giuseppe Chiaravalloti, del Vescovo della Diocesi di Mileto-Tropea-Nicotera Domenico Tarcisio Cortese, dell’Assessore Regionale ai Trasporti Francescantonio Stillitani, dell’Assessore Regionale al Lavoro Antonino Mangialavori, oltre che del Sindaco di Pizzo Francesco Falcone e delle autorità civili, militari e religiose operanti sul territorio; probabile la presenza dell’Onorevole Sgarbi. Verrà presentato il libro “Le Carte di Murat” di Patrizia G. Fusaro; poi Vincenzina C. Morelli relazionerà sull’argomento “La politica dei Beni Culturali nel Regno di Napoli”; infine Paolo Scisciani dell’Associazione Tolentino 815 tratterà il tema “La Battaglia di Tolentino, la prima per l’indipendenza dell’Italia”.
Una Messa Solenne verrà celebrata in suffragio di Re Gioacchino Murat presso la Chiesa Matrice di San Giorgio. Nel corso della stessa, si restituirà copia della bandiera con cui Murat giunse a Pizzo alla riconquista del suo Regno, rimasta appesa nella Chiesa dal 1815 fino al 1860 anno in cui Garibaldi passando da Pizzo decise di farsela consegnare per regalarla al nuovo Re d’Italia. Dopo quell’anno della bandiera si sono perse le tracce. La sera si potrà degustare la Cena del Re, con menù storico e cucina dell’epopea murattiana.
Le Manifestazioni Murattiane avranno termine il 14 ottobre con la Costituzione della RETE MURAT, Coordinamento Nazionale delle Associazioni, Enti e Siti Murattiani, presso il Castello Murat di Pizzo. Vi sarà l’approvazione e firma dell’Atto Costitutivo e Statuto con lo scopo di conoscenza e scambio di informazioni tra i soggetti che in Italia si occupano di promuovere e valorizzare le opere, i luoghi e la figura di Gioacchino Murat.
21.09.2004 – A Pizzo 1^ Rievocazione Storica
 
L’ASSOCIAZIONE TOLENTINO 815 PARTECIPA ALLE MANIFESTAZIONI MURATTIANE “PIZZO 1815″ DAL 9 AL 14 OTTOBRE 2004A Pizzo in Calabria, provincia di Vibo Valentia, dopo quasi due secoli dai tragici avvenimenti l’Associazione Culturale Gioacchino Murat Onlus ha organizzato il 9 e 10 del mese di Ottobre 2004 la 1° Rievocazione Storica dello sbarco, arresto, condanna e fucilazione di Re Gioacchino Murat; egli nella notte del 13 Ottobre 1815 venne fucilato nel Castello del Pizzo e sepolto nella chiesa Matrice di San Giorgio in una fossa comune dove, ancora attualmente giace.
Alla rievocazione parteciperanno quattro Gruppi Storici del Centro Nord Italia in divisa e costume, che a seguito dell’esperienza acquisita nelle ricostruzioni storiche di tutta Europa, garantiranno l’aspetto scenico militare necessario per il buon fine della manifestazione. Il personaggio di Murat dovrebbe essere affidato ad un attore famoso o in alternativa ad un giovane pizzitano. I Gruppi storici coinvolti sono:
- Il 40° Reggimento di Linea da Ivrea;
- Il 111° Reggimento di Linea da Genova;
- Il Reggimento Marina da Savona;
- Il 2° Reggimento Cavalleggeri da Tolentino.
Altre Associazioni collaborano alla buona riuscita della manifestazione:
- Associazione Tolentino 815 di Tolentino (MC);
- Associazione Marinai d’Italia Gruppo “Filippo Posca” di Pizzo;
- Associazione Compagnia Teatrale Pizzitano.
Importantissima infine la collaborazione di tutte le Scuole di Pizzo: dell’Istituto Tecnico Nautico, della Scuola Media e della Scuola Elementare.
Le manifestazioni murattiane ufficiali, alla presenza di S.A.R. il Principe MURAT, proseguiranno il 13 Ottobre con un Convegno Civile in onore e ricordo del Re e con una S.S. Messa presso la Chiesa di San Giorgio dove la salma tuttora giace.
Da ultimo il 14 ottobre si costituirà ufficialmente la RETE MURAT, un collegamento e coordinamento nazionale ed europeo di tutte le Associazioni, Enti e Siti Murattiani, che si occupano di promuovere e valorizzare le opere, i luoghi e la figura di Gioacchino Murat, Re di Napoli dal 1808 al 1815.
01.09.2004 – Presentato il libro
Presentata ufficialmente l’ultima iniziativa editoriale promossa dall’ Associazione Tolentino 815 :
si tratta del libro “MURAT OVVERO IL SOGNO DELL’ITALIA UNITA”, un nuovo ed inedito studio sulla Campagna del 1815 ed in particolare sulla battaglia di Tolentino che ha per sottotitolo “La campagna di Tolentino del 1815 e la fine a Pizzo”, scritto da Herbert Zima, storico militare austriaco che si è interessato molto al periodo napoleonico e risorgimentale italiano.
Il testo è stato pubblicato, quasi in contemporanea, anche su “Pallasch” rivista di storia militare austriaca, edita dalla Società Austriaca di Heereskunde.
In esso vengono assimilate le fonti austriache, tedesche, italiane e francesi a distanza di circa 90 anni da precedenti studi in lingua tedesca e di circa 40 anni da quelli in lingua italiana.
L’autore è convinto che Tolentino sia stata la prima battaglia del Risorgimento e rilevante per la caduta di Napoleone; senza la sconfitta napoletana, la battaglia di Waterloo avrebbe potuto avere un altro esito.
Egli ipotizza, basandosi su documenti austriaci, che lo sbarco in Calabria di Murat nell’ottobre del 1815 e la sua fucilazione siano frutto di una operazione della polizia segreta borbonica.
Paolo Scisciani, presidente dell’Associazione, ha presentato l’iniziativa ed illustrato le finalità sociali orientate all’approfondimento storico del periodo napoleonico nel maceratese; è intervenuto, oltre gli autori, Michele Millozzi docente di Storia del Risorgimento all’Università di Macerata.
Il titolo stesso del saggio e le tesi riportate collimano con quelle portate avanti dalla Associazione Tolentino 815 fin dalla sua costituzione ed esaltate dal Proclama di Rimini: la battaglia di Tolentino si può considerare la prima per l’indipendenza italiana.
Ha scritto una interessante postfazione il professor Nicola Raponi, emerito studioso e ordinario di storia moderna alla Università Cattolica di Milano, dal titolo:
“Aspirazioni italiane nella crisi napoleonica, Gioacchino Murat e il pensiero di uno storico napoletano combattente nella battaglia di Tolentino”.
Egli si riferisce a Luigi Blanch, giovane ufficiale dell’esercito napoletano, autore del saggio “La Campagna del 1815 di Gioacchino Murat”, scritto nel 1819 ma pubblicato solo nel 1945.
Questa opera va ad affiancare le precedenti, per dare corpo ad un Progetto della Associazione Tolentino 815 molto più ampio, articolato e pluriennale: il “Parco Storico della Battaglia di Tolentino”, chesi pone l’obiettivo del recupero e fruizione del patrimonio storico-artistico legato agli avvenimenti.
Il libro “MURAT OVVERO IL SOGNO DELL’ITALIA UNITA” viene distribuito nelle librerie e può essere richiesto all’ Associazione Tolentino 815 che lo invierà per posta, previa versamento di euro 10,00 sul conto corrente postale n.10089621.
10.07.2004 – Il 2° Cavalleggeri ha partecipato a tre Rievocazioni
Il \”2° Reggimento Cavalleggeri\” gruppo storico, costituito dall\’Associazione Tolentino 815, nei mesi di maggio e giugno ha partecipato a tre rievocazioni storiche: a Binasco (MI), a Leonessa (RI) e Chivasso(TO).
Il 22 maggio il gruppo storico è stato chiamato a partecipare ad una importante Rievocazione Storica in provincia di Milano, “Napoleone a Binasco”.
Il progetto, alla sua 3^ edizione, vuole riportare alla luce il saccheggio operato dall\’esercito francese nel 1796, culminato con una strage di civili. Lo scorso anno organizzarono sull\’argomento uno spettacolare Processo Storico, allestendo il Tribunale Internazionale di Binasco, con l\’obiettivo di costituire il Museo della Memoria.
Il  20 e 21 giugno il “2° Cavalleggeri” ha preso parte, in rappresentanza delle Marche, alla “Rassegna Nazionale delle Regioni a cavallo” a Leonessa, in provincia di Rieti.
La manifestazione, giunta alla terza edizione, ha rappresentato ancora una volta una grande occasione per dimostrare la bravura nel ricostruire un Reggimento dell\’esercito del Regno di Napoli 1808-1815 e nell\’effettuare le varie movimentazioni con i cavalli, entusiasmando il pubblico con le cariche al galoppo. Il gruppo di Tolentino ha ottenuto un grande risultato di prestigio classificandosi al 3° posto, dopo Lazio e Toscana.
Il successo è dovuto alla bravura del gruppo a riproporre le simulazioni di difesa e attacco e le movimentazioni tipiche della cavalleria militare, cercando di fondere nel modo migliore la collaborazione tra uomo e cavallo.
Il gruppo dell\’Associazione Tolentino 815 è stato invitato inoltre al “1° Raduno di Gruppi Storici militari” svoltosi a Chivasso il 26 e 27 giugno 2004.
Gli organizzatori hanno voluto proporre il percorso storico dall\’epoca romana fino ai giorni nostri, tra i campi allestiti e vissuti da tanti gruppi storici europei; realizzando simulazioni di battaglie nell\’ambientazione del periodo romano, medievale, rinascimentale, napoleonico, fino ad arrivare alla 2^ guerra mondiale.
Senza dubbio tutte queste manifestazioni hanno portato un grande vantaggio ed una maggiore conoscenza al gruppo storico \”2° Reggimento Cavalleggeri\” ed all\’Associazione Tolentino 815, ma hanno dato la possibilità ancora una volta di diffondere meglio e di promozionare la Rievocazione Storica della Battaglia di Tolentino e la città di Tolentino.
15.06.2004 – Posticipata la partecipazione a Uno Mattina Estate
E’ stata posticipata a mercoledi 16 giugno 2004 alle ore 9.00/9.10 la partecipazione del
“2° Reggimento Cavalleggeri”, gruppo storico dell’Associazione Tolentino 815, al celebre programma televisivo Uno Mattina Estate, trasmesso da RAIUNO, inizialmente previsto per giovedì 10 maggio. Paolo Scisciani presidente di Tolentino 815 e Giammario Paparoni, coordinatore del gruppo storico, saranno presenti in studio a rispondere alle domande del conduttore ed a promuovere le attività associative.
Infatti una parte della trasmissione sarà dedicata alla presentazione della Rassegna Nazionale delle Regioni a Cavallo, una manifestazione che si terrà a Leonessa il 19 e 20 giugno e che vede la partecipazione di molti gruppi a cavallo provenienti da varie regioni italiane. Il programma dell’iniziativa prevede una gara tra le specialità equestri più antiche e famose. Il gruppo di Tolentino, che vi partecipa per la terza volta in rappresentanza della regione Marche, contribuisce presentando la cultura e le tradizioni equestri militari di metà Ottocento, riproponendo le movimentazioni tipiche della cavalleria militare, raccontando in maniera emozionante e coinvolgente l’infinita collaborazione reciproca tra cavallo e uomo.
La Rassegna Nazionale delle Regioni a Cavallo è organizzata dalla Federazione Italiana Sport Equestri, Dipartimento Equitazione di Campagna, congiuntamente alla YEG Service ed al Comune di Leonessa. Certamente il ritorno del 2° Cavalleggeri a Leonessa testimonia l’alto grado di preparazione raggiunto da cavalieri e cavalli che presentano, ad ogni manifestazione, una coreografia composta da simulazioni di difesa ed attacco e dalle spettacolari cariche dei lancieri.
Inoltre questo invito ad Uno Mattina consente all’Associazione Tolentino 815, al gruppo storico “2° Reggimento Cavalleggeri” ed alla città di Tolentino di farsi conoscere meglio al grande pubblico e di promozionare, ancora una volta, la rievocazione storica della battaglia di Tolentino.
20.05.2004 – Bande e fanfare storiche militari a Tolentino 815
Questa 9^ edizione 2004 della Rievocazione Storica  TOLENTINO 815 verrà ricordata come una tra le più spettacolari, con le parate e le esibizioni delle bande e delle fanfare militari storiche. Oltre centocinquanta musicisti, provenienti da diverse regioni italiane, hanno divertito ed appassionato il pubblico con le loro marce e con le loro musiche tipicamente militari. Pifferi, tamburini, ottavini ed i tipici strumenti delle bande hanno creato nei giorni 1 e 2 maggio 2004 una straordinaria aria di festa nei centri storici degli otto comuni partecipanti:
Tolentino, Belforte del Chienti, Cessapalombo, Colmurano, Macerata, Penna San Giovanni, San Ginesio e Sarnano; per la prima volta si è realizzata una partecipazione così ampia. La manifestazione è patrocinata dal Comune di Tolentino, Camera di Commercio di Macerata, Comunità Montana dei Monti Azzurri, Regione Marche e Fondazione Carima e supportata dalla Azienda di Promozione Turistica Regionale e Associazione Marchigiana Rievocazioni Storiche. La rievocazione è stata completata dalle tante altre iniziative promosse per l’occasione con lo scopo di favorire, come ogni anno, lo studio e la riscoperta di un periodo storico così affascinante come quello dei primi anni dell’Ottocento. Tra le varie attività vanno sottolineate il recital-concerto “Nell’anima del Risorgimento” di teatro, musica e poesia, scritto per l’occasione da Viviana De Marco, la presentazione del nuovo sito internet dell’Associazione Tolentino 815 e l’illustrazione del progetto “Parco Storico della Battaglia di Tolentino”; oltre allo spettacolo pirotecnico su base musicale Suoni e Luci, in onore della adesione dei nuovi 10 Paesi membri dell’Unione Europea ed in collaborazione con la Rete Europea Rievocazioni Storiche. Un momento particolarmente significativo è stata la conferenza di presentazione del libro “Murat ovvero il sogno dell’Italia Unita” di Herbert Zima, storico austriaco che propone una tesi inedita sulla morte del Re di Napoli, con una postfazione di Nicola Raponi.
Interessante ed innovativo il “1° Forum dei Circoli Murattiani” ha portato alla costituzione della “Rete Murat”, un collegamento e coordinamento europeo delle Associazioni e Siti Murattiani, per promuovere e valorizzare le opere, i luoghi e la figura di Gioacchino Murat.
Non sono mancati i rievocatori tolentinati del “2° Reggimento Cavalleggeri” che hanno dimostrato ancora una volta tutta la loro bravura nell’eseguire le tipiche movimentazioni in linea ed a colonna adottate dalla cavalleria dell’esercito napoletano 1808-1815. L’Associazione Tolentino 815, archiviata questa edizione, sta valutando gli altri programmi di quest’anno, augurandosi di poter realizzare una grandiosa Rievocazione Storica della Battaglia di Tolentino al Castello della Rancia il prossimo anno.
01.05.2004 – Programma delle manifestazioni
Entra nel vivo il programma delle manifestazioni promosse dall’Associazione Tolentino 815 in occasione del 189° Anniversario della Battaglia di Tolentino.Giunta alla nona edizione, la Rievocazione Storica “Tolentino 815” propone una serie di iniziative tra cui ricordiamo la presentazione del libro di Herbert Zima “Murat ovvero il sogno dell’Italia Unita”, il recital concerto “Nell’anima del Risorgimento” di teatro, musica e poesia di Viviana De Marco, lo spettacolo pirotecnico su base musicale “Suoni e Luci”, la degustazione di menù storici presso l’Osteria della corona e soprattutto il Raduno di Bande Storiche Militari.Per tutti sarà ancora una volta una preziosa occasione per rivivere da protagonisti i momenti salienti strettamente connessi ai fatti storici avvenuti nel maggio del 1815 quando Gioacchino Murat venne sconfitto dagli austriaci del Barone Federico Bianchi in quella che ancora oggi viene definita la prima battaglia per l’indipendenza italiana. Dopo il notevole successo di
pubblico registrato gli scorsi anni, i centri storici di Tolentino, Belforte del Chienti, Cessapalombo, Colmurano, Macerata, Penna San Giovanni, San Ginesio e Sarnano,  nei giorni 1 e 2 maggio 2004, faranno da scenario allo spettacolare RADUNO BANDE STORICHE MILITARI. Questo il programma della rievocazione storica, consultabile sul sito www.tolentino815.it .
Sabato 1 maggio. L’elemento di novità è rappresentato dal Raduno delle Bande Storiche Militari che si esibiranno alle ore 11 a San Ginesio e Belforte del Chienti, alle ore 17 a Sarnano, Penna San Giovanni e Tolentino. Partecipano la Banda dello Stato Maggiore Napoleonico, Dipartimento della Dora, i Tirailleurs du Po, i Pifferi e Tamburi di Ivrea ed il 2° Reggimento Cavalleggeri di Tolentino. Alle ore 20, presso l’Osteria della Corona , menù storici e animazione (informazioni e prenotazioni 0733.972414). Alle ore 21.30 le bande Storiche saranno a Tolentino, in piazza della Libertà.Alle ore 23.30 “Suoni e Luci” spettacolo pirotecnico su base musicale, in collaborazione con la Rete Europea Rievocazioni Storiche. Grande festa in occasione dell’ingresso dei nuovi membri dell’Unione Europea con “L’Inno alla Gioia” di Beethoven. Domenica 2 maggio. Alle ore 11.00 parata delle Bande Storiche Militari a Macerata, Colmurano e Gualdo e di seguito onore ai Caduti al Monumento di Contrada Rotondo, a Tolentino.Alle ore 15.30 grande sfilata finale e presentazione delle fanfare Reggimentali lungo le vie e le piazze del centro storico di Tolentino con esecuzione di marce militari e movimentazioni, saluto alla cittadinanza ed alle autorità.
Ufficio Stampa: Luca Romagnoli tel. 335.475004